Villa Belussi

Vieni a trovarci

Via A. De Gasperi 17/19, Corte de' Cortesi con Cignone (CR)
Tel. 0372 926003

Il cibo nell’arte – dal 24 Gennaio al 14 Giugno 2015

L’Expo pian piano e con clamorosi ritardi sta arrivando. L’Expo però non è solo Milano, ma tutta la Lombardia e le maggiori città italiane saranno interessate da questo importante evento. Il tema dell’Expo “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” è molto ampio e vario e non si ferma esclusivamente al mondo agricolo e alimentare.
Su questo filone le città più intraprendenti stanno organizzando delle iniziative più piccole ma molto interessanti, come la mostra che aprirà i battenti il 24 Gennaio a Brescia, presso Palazzo Martinengo:

Il cibo nell’arte

Andy Warhol Capbells Soup

Questa sorprendente mostra è la più importante esposizione dedicata al cibo nell’arte mai organizzata finora in Italia. Una prestigiosa selezione di oltre 100 dipinti di altissima qualità, che coprono un arco temporale di oltre quattro secoli, per offrire al pubblico l’occasione unica ed irripetibile di compiere un emozionante viaggio alla scoperta della rappresentazione del cibo e degli alimenti nelle varie epoche storiche.

Andy Warhol The Last Suppet

L’accurata scelta delle opere, effettuata dal curatore Davide Dotti coadiuvato da un comitato scientifico internazionale, dimostrerà quanto le ricerche specialistiche più recenti hanno confermato, vale a dire l’esistenza di un secolare e forte legame fra il cibo e le arti figurative, fra la straordinaria tradizione eno-gastronomica e la cultura artistica italiana, caratteri distintivi della nostra identità nazionale.

Andy Warhol Velvet Underground

Sala dopo sala il visitatore scoprirà così che i pittori attivi tra XVII e XIX secolo amavano dipingere i cibi e i piatti tipici delle loro terre d’origine, ed incontrerà in talune opere pietanze ed alimenti oggi completamente scomparsi di cui è difficile immaginare il sapore. Inoltre, grazie alla collaborazione con alcuni dei più rinomati dipartimenti di Scienze dell’Alimentazione delle Università italiane, che analizzeranno in maniera scientifica le tavole imbandite e le dispense immortalate nelle tele del ‘600 e ‘700, lo spettatore avrà preziose informazioni sull’alimentazione e i gusti dell’epoca.

Giacomo Ceruti detto Pitocchetto Gli spillatori di vino, olio su tela

L’esposizione, che si articolerà secondo un suggestivo percorso iconografico e cronologico, sarà suddivisa in dieci sezioni tematiche rispettivamente dedicate a: L’allegoria dei cinque sensi, Mercati dispense e cucine, La frutta, La verdura, Pesci e crostacei, Selvaggina da pelo e da penna, Carne salumi e formaggi, Dolci vino e liquori, Tavole imbandite, Il cibo nell’arte del XX secolo.

Giorgio de Chirico Composizione di frutta con statua classica

In Palazzo Martinengo i capolavori dell’arte antica di Campi, Recco, Baschenis,Brueghel, Guercino, Salini, Todeschini ed altri ancora, dialogheranno in maniera avvincente con quelli dell’arte moderna e contemporanea di Magritte e De Chirico,Manzoni e Fontana, Lichtenstein e LaChapelle fino a Andy Warhol, solo per citare i nomi dei più famosi. A conclusione del percorso espositivo, quale ultima sorpresa della mostra, il visitatore sarà meravigliato dalla visione della “piramide alimentare”, una stupefacente istallazione che è stata commissionata per l’occasione ad un noto artista contemporaneo italiano.

Guttuso Il macellaio

Un’affascinante racconto attraverso quattro secoli di storia dell’arte per esplorare le differenti correnti pittoriche succedutesi nel corso del tempo – dal barocco al rococò, dal romanticismo ottocentesco alle avanguardie del novecento – ed apprezzare, mai come prima d’ora, le varie iconografie correlate alla rappresentazione del cibo che gli artisti hanno affrontato esprimendo al massimo grado estro ed originalità.

Jacopo Chimenti Interno di dispensa con cibarie

La mostra di Palazzo Martinengo, sorprendente ed innovativa, lascerà il pubblico letteralmente “a bocca aperta” facendogli vivere un’indimenticabile esperienza plurisensoriale che delizierà non solo l’occhio ma anche il più fine palato.

Luciano Ventrone Ciotola di ceramica con ciliegie
Orari di apertura
da mercoledì a venerdì: dalle 9:00 alle 18:00
sabato, domenica e festivi: dalle 10:00 alle 20:00
lunedì e martedì chiuso
Biglietto (audioguida inclusa) – intero 10 €; ridotto 8 €
dalle 10.00 alle 20.00
Informazioni
Tel: 339 8384933
Sito internet

Luigi Benedicenti Due fette di panettone

Mel Ramos Chiquita Banana

Piero Manzoni Achrome

René Magritte Zuccheriera, frutta e libro su tavolo

Vincenzo Campi mangiatore di fagioli con la famiglia

Vincenzo Campi, Mangiatori di ricotta, olio su tela, 72x89 cm, 1580 circa

Scrivi il tuo commento